Circoncisione maschile: Vantaggi

La circoncisione – come tutti gli interventi chirurgici – offre vantaggi e svantaggi. Questi devono essere valutati consapevolmente per decidere se procedere o no con l’intervento.

Qui di seguito approfondiamo alcune tematiche che dovranno essere discusse in sede di visita specialistica.

Risoluzione definitiva della fimosi

La fimosi consiste nella stenosi del prepuzio. Il restringimento prepuziale rende difficile (e in alcuni casi impossibile) il rapporto sessuale. La fimosi è inoltre causa di altre patologie che possono diventare problematiche e degenerare nel tempo.

Risoluzione definitiva della balanopostite

La balanopostite è una condizione patologica infettiva/infiammatoria che coinvolge la superficie del glande e la parete interna del prepuzio. La patologia comporta prurito, eritema, gonfiore, dolore, macerazione, fimosi, disuria e, a volte, sanguinamento.

Efficace igiene intima

La rimozione del prepuzio consente una miglior igiene intima, principalmente nei soggetti afflitti da fimosi.

Ridotta incidenza di malattie degli organi sessuali e sessualmente trasmesse

L’ incidenza del cancro nei uomini circoncisi è molto più bassa rispetto ai non circoncisi. Secondo alcune ricerche scientifiche la trasmissibilità di alcune malattie come HIV viene ridotta dall’ ispessimento della mucosa del glande dopo la circoncisione. Malattie infiammatorie a carico del glande hanno un’ incidenza molto bassa.

Controllo dell’ eiaculazione precoce

L’ eiaculazione precoce è un pesante che se è originata dall’ eccessiva sensibilità del glande, trova efficace soluzione nell’ intervento di circoncisione. Infatti il pene circonciso sviluppa una mucosa più spessa che risulta essere meno sensibile al tatto leggero.

Circoncisione maschile

La procedura di circoncisione maschile rimuove il prepuzio in maniera totale o in alcuni casi sono parzialmente, in maniera tale da lasciare il glande permanente scoperto. Frequentemente la procedura viene integrata con la frenulotomia, che consiete nella rimozione del frenulo alla base del glande. La procedura di circoncisione maschile non richiede il ricovero ordinario del paziente ma può invece essere eseguita in day surgery in tutta sicurezza.

Escludendo i motivi religiosi / culturali, la circoncisione maschile viene eseguita come rimedio alla fimosi del prepuzio, alla balanopostite ricorrente o all’ eiaculazione precoce. Alcuni pazienti scelgono la circoncisione anche come mezzo di controllo delle malattie venere o semplicemente per motivi di carattere estetico.

Alcune ricerche hanno dimostrato che l’ispessimento della mucosa del glande riduce l’incidenza di alcune malattie sessualmente trasmissibili. Evidentemente ciò non va interpretato come meccanismo di protezione assoluto.

La degenza della circoncisione maschile – principalmente se la procedura è stata eseguita con il laser – non è particolarmente impegnativa. Di solito non sono necessari analgesici post operatori. Al bisogno potranno essere prescritti comuni farmaci antidolorifici per controllare l’eventuale dolore.

La circoncisione maschile – lasciando il glande scoperto – comporta un periodo di disagio dovuto allo strofinamento della biancheria direttamente sulla mucosa. Questa sensazione fastidiosa dura un paio di settimane durante le quali avviene lo ispessimento della mucosa del glande.

La circoncisione maschile comporta i seguenti effetti:

  • eliminazione della fimosi
  • migliore igiene
  • riduzione drastica del rischio di tumore al pene
  • riduzione dell’ incidenza delle infezioni
  • riduzione dell’ incidenza delle malattie sessualmente trasmesse
  • miglioramento dell’ eiaculazione precoce

 

Circoncisione: Dimensioni del pene

Ho 38 anni e da qualche hanno soffro di fimosi non serrata causata da una serie di balanopostiti che hanno infiammato più volte la zona e come risposta il prepuzio si è ristretto. Ciò mi crea una serie di problematiche che vanno dai rapporti sessuali all’ igiene agli episodi di parafimosi che mi hanno fatto spaventare. Ho visitato un urologo che mi ha consigliato di sottopormi alla circoncisione per “tagliare” di netto i problemi sopraccennati. La questione è che essendo normodotato e non desiderando ridurre questa mia caratteristica, ho paura che la circoncisione possa ridurre le dimensioni del mio pene. 

Il tema delle dimensioni del pene è molto spesso affrontato da chi si rivolge alla nostra clinica per richiedere una circoncisione. Non ci mettiamo in questa sede a disquisire sull’ importanza delle dimensioni che spesso viene anzi negata da articoli sui vari giornali femminili. Anzi, in questo mondo moderno dove l’aspetto estetico ha acquisito un valore forse troppo rilevante, le dimensioni del pene, anche se funzionalmente irrilevanti a detta di alcuni esperti, sono certamente una caratteristica con valenza estetica. Parzialmente sovrapponibile sarebbe il discorso sul seno delle donne. Anche il seno piccolo è femminile ed in grado di allattare (cioè funziona) ma dal punto di vista estetico e conseguentemente come sicurezza personale, le dimensioni fanno una certa differenza.

Per quanto riguarda le dimensioni del pene è opportuno chiarire che la circoncisione – quando il membro è in erezione  – non diminuisce nemmeno un centimetro. L’ intervento – rimuovendo il prepuzio – non modifica la distanza tra la base del pene e la punta del glande.

Diverso è il discorso quando il pene è rilassato perché la misura del pene non circonciso otticamente è determinata dalla lunghezza tra la base del pene e la punta del prepuzio. Se quest’ultimo risulta essere sovrabbondante si potrà verificare una riduzione ottica del pene flaccido.

Conclusione:

La circoncisione non modifica la dimensione del pene anche se si potrebbe verificare una piccola riduzione ottica quando il membro non è in erezione per l’ eventuale porzione di prepuzio pendente.

 

Qualora si desideri aumentare marginalmente la dimensione può essere consigliata la liposuzione pubica mentre se si desidera un aumento più consistente l’ intervento indicato è la falloplastica.

 

Circoncisione: Vantaggi dell’ intervento

La circoncisione è un intervento chirurgico che può essere scelto per motivi religiosi / culturali oppure per motivi sanitari. In questo articolo approfondiamo l’ aspetto dei vantaggi legati all’ intervento di circoncisione per motivi medici.

I vantaggi della circoncisione sono i seguenti:

Migliore igiene nei soggetti con fimosi o restrizione del prepuzio

Il pene che presenta il prepuzio fimotico può presentare grosse difficoltà nell’ esecuzione della corretta igiene intima. La circoncisione rimuovendo l’ostacolo permette una perfetta igiene del pene. Ciò riduce o annulla tutte le infiammazioni che vengono causate dalla formazione dello smegma.

Minore incidenza di malattie anche serie ai genitali maschili

L’ incidenza del cancro nei uomini circoncisi è molto più bassa rispetto ai non circoncisi. Secondo alcune ricerche scientifiche la trasmissibilità di alcune malattie come HIV viene ridotta dall’ ispessimento della mucosa del glande dopo la circoncisione. Malattie infiammatorie a carico del glande hanno un’ incidenza molto bassa.

Efficace contrasto all’ eiaculazione precoce

L’ eiaculazione precoce è un pesante che se è originata dall’ eccessiva sensibilità del glande, trova efficace soluzione nell’ intervento di circoncisione. Infatti il pene circonciso sviluppa una mucosa più spessa che risulta essere meno sensibile al tatto leggero.

 

 

 

Circoncisione e fimosi serrata

La fimosi consiste nello stringimento del prepuzio che rendo il suo scorrimento difficoltoso o addirittura impossibile. Si parla di fimosi serrata quando tal restringimento è di grado severo e che quindi non permette lo scorrimento del prepuzio neanche quando il pene non è eretto. In questo caso la fimosi non permette la corretta igiene dell’ organo sessuale maschile e può quindi causare gravi problemi d’ infezione.

Tra i motivi sanitari più ricorrenti della circoncisione, la fimosi serrata è quello più ricorrente. Con l’ intervento chirurgico si risolve il problema della fimosi e di tutte le conseguenze che la stessa comporta sul paziente.

Circoncisione per curare l’eiaculazione precoce

Circoncisione per curare l’eiaculazione precoce

L’ eiaculazione precoce è un problema che crea un profondo disagio nell’ uomo e può minare gli equilibri nella coppia. Le cause della eiaculazione precoce possono essere diverse. La componente psicologica è quasi sempre presente ma a volte non è tanto la causa quanto la conseguenza di un’ altro fattore. In pratica chi soffre di eiaculazione precoce ha paura e la paura stessa diventa ulteriore fattore aggravante del problema.

La circoncisione è in grado di trattare efficacemente questo problema quando è dovuto alla eccessiva sensibilità del glande. Questa potrebbe inoltre essere aumentata da pregresse infiammazioni ricorrenti che rendono la mucosa del glande estremamente sensibile al tatto anche leggero. In questo caso quindi la circoncisione, rimuovendo la “protezione” del prepuzio, induce la mucosa dello stesso ad ispessirsi e quindi a diventare meno sensibile.

Per verificare se l’ eiaculazione precoce è dovuta all’ eccessiva sensibilità si consiglia di applicare sul glande una crema anestetica. Dopo che la stessa ha efficacemente anestetizzato la parte, va lavato bene il pene e si può procedere con il rapporto sessuale. Se si verifica un sostanziale miglioramento, il paziente è adatto alla procedura chirurgica.

Quanto dura la circoncisione?

Quanto dura la circoncisione?

L’ intervento di circoncisione ha una durata chirurgica piuttosto breve. Mediamente la procedura non dura più di 30 minuti esclusa la preparazione e l’ osservazione post operatoria. Alla Clinica Pallaoro il protocollo per la circoncisione laser viene descritto di seguito.

Protocollo della circoncisione laser

Il giorno prima dell’ intervento il paziente viene contattato telefonicamente per concordare l’ ora di ricovero. L’ intervento di circoncisione è eseguito in regime di day surgery (ricovero in giornata). Il giorno successivo il paziente si presenta portando gli esami del sangue prescritti durante la visita. Qualora fosse concordato diversamente il paziente potrà sottoporsi agli esami clinici direttamente presso la nostra struttura.

Dopo la verifica della compatibilità degli esami clinici con l’intervento chirurgico il paziente accede alla stanza personale dove attenderà il turno operatorio. Viene quindi fatto passare in sala operatoria dove l’anestesista riconvalida ulteriormente gli esami e poi procede con l’ infiltrazione del farmaco anestetico locale.

Il chirurgo quindi procede con l’ intervento laser rimuovendo la porzione di prepuzio programmata e poi sutura i lembi con punti riassorbibili. Il paziente ritorna nella propria stanza e dopo un paio d’ore – dopo la verifica adeguata – viene dimesso in sicurezza.

Tutto questo processo ha una durata media di 3 – 4 ore ma l’ intervento in sé dura meno di 30 minuti. Qualora si trattasse di un intervento combinato come ad esempio circoncisione e liposuzione al pube, la durata aumenterebbe di conseguenza.