Circoncisione

circoncisione-laserLa circoncisione è una procedura chirurgica che rimuove il prepuzio del pene in maniera tale da rendere permanentemente scoperto il glande. La circoncisione in alcuni casi può essere parziale e cioè rimuovere solo una porzione del prepuzio lasciando quindi parzialmente coperto il prepuzio (postectomia).

 

Alcune fonti distinguono due tipi di circoncisione, in base alla rimozione totale o parziale del prepuzio (lasciando, quindi, parzialmente scoperto il glande). In realtà, questa distinzione non è del tutto corretta, poiché la circoncisione è una sola e riguarda l’asportazione totale del prepuzio. L’escissione di una parte del foglietto prepuziale viene più precisamente chiamata postectomia.

 

La pratica della circoncisione nella storia è legata a motivi di carattere religioso. Presso la Clinica Pallaoro vengono eseguiti interventi a seguito di patologie o indicazioni mediche. Conseguentemente la circoncisione neonatale o pediatrica è ritenuta dalla nostra direzione sanitaria non consigliabile.

 

Quando fare la circoncisione

La circoncisione è consigliabile quando è funzionale al trattamento di maIattie genitali quali infiammazioni ricorrenti o infezioni che coinvolgono il prepuzio e il glande. Le ricorrenti infezioni possono generare una modificazione della elasticità cutanea e quindi rendere problematico lo scorrimento del prepuzio con conseguente difficoltà nell’ igiene e dolore durante l’atto sessuale. Oltre il motivo religioso che in questa sede di trattazione non interessa, la circoncisione può essere consigliata per uno o più dei seguenti motivi:

Difficoltà igienica

Il pene non circonciso può presentare difficoltà nello svolgimento di una corretta igiene del pene e trattenere piccole perdite di urina e lo smegma tra il glande ed il prepuzio. Questi possono generare balaniti, postiti, balanopostiti.

Eiaculazione precoce

In alcuni pazienti l’ eccessiva sensibilità tattile del glande può essere causa di eiaculazione precoce. La circoncisione rimuove il prepuzio e quindi provoca l’ ispessimento della mucosa  del glande con conseguente riduzione dell’ eccessiva sensibilità.

Fimosi

La fimosi consiste nel restringimento del prepuzio con la conseguente difficoltà o addirittura impossibilità di scoprire il glande. Chi soffre di fimosi è certamente soggetto a infiammazioni ed infezioni ricorrenti come la balanite (irritazione e un’infiammazione del glande) e balanopostite (irritazione e un’infiammazione del glande e parte del prepuzio).

Parafimosi

La parafimosi è una patologia grave che richiede una risposta medica d’urgenza. Si tratta lo strozzamento del glande dovuto alla presenza di un anello fimotico che non permette il deflusso sanguigno dallo stesso.

Altre patologie

Altre patologie possono essere trattate o migliorate dalla circoncisione come lichen sclerosus del pene o stenosi uretrale.

Estetica

Sempre più uomini ritengono che il pene circonciso sia esteticamente di virile e quindi decidono di rimuovere il prepuzio per motivi puramente “erotici”.

Intervento di circoncisione

Il prepuzio è quella porzione di tessuto cutaneo che copre completamente il glande quando il pene non è eretto. L’ intervento di circoncisione ha la finalità di rimuovere completamente il prepuzio rendendo libero il glande. Prima dell’ intervento chirurgico il paziente deve sottoporsi ad accurata visita specialistica per verificare se sussistono le condizioni per consigliare la procedura operatoria.

La circoncisione è un intervento eseguibile in regime di day surgery. Il paziente viene ricoverato alla mattina dell’ intervento, vengono verificati nuovamente tutte le condizioni cliniche, si esegue l’intervento e dopo qualche ora si può tornare a casa.

Per l’ intervento è sufficiente l’anestesia locale che prevede infiltrazione di anestetico direttamente sulla zona interessata. Viene impiegato anche un farmaco vasocostrittore che riduce temporaneamente l’afflusso di sangue nell’area anestetizzata. Ciò consente al chirurgo di operare in maniera meno cruenta e conseguentemente ridurre il trauma chirurgico. Se il paziente dimostra di essere ansioso, l’anestesista potrà somministrare un farmaco sedativo per tranquillizzarlo.

Si eseguono le incisioni programmate attorno al pene isolando l’anello tissutale da rimuovere. I lembi risultanti l’escissione tissutale vengono suturati con attenzione. La nostra tecnica si avvale del laser per compiere un’ incisione estremamente precisa e non cruenta. Esclusi i tempi di preparazione e di ripresa, la durata dell’ intervento non supera i 20 minuti. Alla fine dell’ intervento il paziente potrà camminare verso la sua camera e dopo qualche ora lasciare la clinica.

Controindicazioni della circoncisione

Se il paziente soffre di emofilia (grave insufficienza nella coagulazione del sangue) o ha familiari con questa patologia, è necessario approfondire con esami clinici la capacità di normale coagulazione. La circoncisione è controindicata nei pazienti che presentano anomalie nella struttura anatomica dei genitali (Es. ipospadia), pene curvo o genitali ambigui. La circoncisione rituale – dal punto di vista medico – non trova adeguata giustificazione.

Cicatrice della circoncisione

L’ intervento prevede la rimozione del prepuzio asportando un anello di tessuto. I lembi risultanti vengono suturati delicatamente in modo da favorire una cicatrizzazione ottimale. Il processo di guarigione della cicatrice è soggettivo e quindi non è possibile determinare con certezza assoluta l’aspetto della cicatrice. Per avere un’ idea del tipo di cicatrice ottenibile è consigliabile visionare la sezione specifica “foto prima dopo“.